Aspettando il 27 aprile, buon compleanno Ale

Fra pochi giorni Alessandro avrebbe compiuto 60 anni, un viaggio molto intenso anche se un po’ troppo breve.
Non osiamo neanche pensare a quale grande Libertrophy avrebbe voluto organizzare per tenere insieme ancora una volta amici di ogni genere e stranezza. Alessandro non amava molto le commemorazioni e avrebbe voluto soprattutto allegria e visioni positive. Quelle che ci mancano un po’ di questi tempi ma tant’e’!
E cosi, nella impossibilita’ di organizzare un raduno reale, l’idea che ci e’venuta e’ quella di ri-usare il blog come luogo di incontro e di ritrovo virtuale, senza regole e liste dei vini da portare o veri appuntamenti da rispettare.
Abbiamo pensato che sarebbe bello – da qui a domenica prossima – provare a riempire questo spazio comune di immagini, ricordi, idee, per sentirci ancora un grande tribu.

foto compleanno papà per sito 2014

Il tema che vorrei lanciare, tanto per cominciare, e’ quello del viaggio che ha caratterizzato molto la vita di Ale.
Partendo da lontano…ecco qualche spunto che ho trovato in una lettera scritta nella tarda primavera del 1984, 30 anni, alla fine del suo lungo viaggio formativo a Boston.
Foto laterale e pezzetti di lettera sono datati 27 giugno 1984, un mese prima del ritorno definitivo in Italia.
…..sono circa le 10 di sera, mi trovo su un battello diretto a Nantuket e, come in un piacevolissimo riflesso condizionato, salire su un autobus con il mio zainetto verso un posto sconosciuto e pensare di scrivere le mie impressioni, e’ stato un tutt’uno….La notte e’ stupenda, un leggero (neanche tanto) vento, un cielo limpidissimo e milioni di stelle.
…Un elemento ricorrente dei miei pensieri in questo periodo pre ritorno e’ “che succedera’ dopo?”. Penso che la cosa buffa dei periodi di transizione sia che raramente essi hanno la durata che noi vorremmo avessero. O sono troppo brevi, ed allora ci si lamenta di non averli potuto vivere nel loro significato; o sono troppo lunghi, ed allora si sente dentro una pelle che – nonostante il tempo della muta sia gia’ passato – non si decide a sgusciare via per fare posto a quella nuova. La mia attuale situazione e’ decisamente piu’ vicina al secondo tipo ossia muta che non avviene..

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ed ora a voi..
Mariangela, Elisa, Valeria e Giulio

5 commenti

Archiviato in Uncategorized

5 risposte a “Aspettando il 27 aprile, buon compleanno Ale

  1. Giulio Formoso

    C’è sempre un treno da prendere … la foto di Alex che prepara la valigia trasmette tutta l’allegria e la voglia di vedere, conoscere, costruire e unire che lui aveva e che credo abbia trasmesso a tanti di noi. Poi certo, di treni (quelli su rotaia) ne ha anche persi parecchi, e parecchio lo abbiamo preso in giro per questo … ma fa parte del gioco: per fare (e tanto) qualcosa bisogna pur rischiare!

    Buon compleanno
    Giulio

  2. Sono stato con Alessandro l’ultimo giorno della sua vita. Abbiamo parlato per molto più di un’ora del vivere del morire, serenamente, affettuosamente.
    Non è stato un discorso religioso o in qualche maniera consolatorio; non era nelle mie intenzioni e neanche nelle sue richieste.
    Aveva pensato alla sua famiglia, alle persone care, triste per il distacco, straordinariamente tranquillo per tutto quello che avrebbe incontrato in un’altra vita.
    Io sono convinto che una bella anima non finisce quando il corpo si distrugge. Alessandro era d’accordo.
    “Quanti giorni ti restano?” “Una decina al massimo” “Non partire prima di martedì perché vado a sciare ” “Promesso”.
    Non ha mantenuto la parola, se ne è andato il giorno dopo.
    Quando mi chiedo dov’è adesso Alessandro penso ad un posto bello, pieno di bella gente… magari a festeggiare il suo 60° compleanno…
    Don Gino

  3. Ciao Mariangela , elisa e valeria ,
    e tanti auguri a Sandro !!!!
    Mi sento di raccontarvi una cosa in cui ho creduto e credo e su cui sto lavorando da tempo ,e da quando Sandro ci ha lasciato mi sono immaginata di farlo un pò in suo ricordo .
    Sono venuta in contatto con i medicidi di ISDE in questi ultimi due anni e mi sto impegnando nella campagna contro l’uso dei pesticidi .
    Dalla società civile arrivano stimoli forti per la riduzione di queste sostanze nelle campagne , ma anche lungo le strade , nei posti pubblici .
    Studi medici rilevano connessioni tra l’assunzione di queste sostanze e malattie come il Parkinson , forme tumorali e cardiovascolari .
    Ma è difficile innescare un giro virtuoso che vada conro agli interessi delle grandi multinazionali e di chi vende e commercializza questi prodotti .

    Per chi vuole informarsi di più :

    ho appena firmato questa petizione: vuoi farlo anche tu?

    Aboliamo l’uso dei diserbanti
    A: Presidente del Consiglio dei Ministri; Ministro dell'Ambiente; Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, On. Josè Manuel Barroso Presidente Commissione Europea; On. Antonio Tajani Vicepresidente Commissione Europea; On. Janez Potočnik Resp. Ambiente Commissione Europea

    Questa petizione è davvero importante e noi possiamo dare una mano. Clicca qui per saperne di più e firma:

    http://www.avaaz.org/it/petition/Aboliamo_luso_dei_diserbanti/?kuFxmeb

    Il prof. Fabio Taffetani che l’ha creata , è anche presidente di PAN (pesticides action network) Italia.

    cari saluti e tutti
    renata

  4. Hai ragione roberto (….quale roberto? ma credo di saperlo..), c’è bisogno di qualche spiega in più.
    L’idea di ritrovarci sul Blog è stata mia, poi l’ho condivisa con Elisa G. che però mi ha lasciato fare… e poi con Giulio Formoso che mi ha dato una gran mano anche insegnandomi come si caricano i video…. perchè ci sarà il video di Forte 2012 fra poco!

    Comunque grazie di aver rotto il ghiaccio… è sempre difficile all’inizio.

  5. roberto

    Certo, lo zainetto. Dà il piacere della libertà, come la bicicletta. Diventando vecchio mi piace anche lo zaino da 70 litri, con cui girare di rifugio in rifugio.
    Buona pasqua (quale Giulio?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...