AMUCHINA 3: l’aristocrazia democratica….. e la politica sana………….

Carissime

eccoci con AMUCHINA 3, con un po di solido ritardo
.
La fiducia nel Governo dei tecnici è ancora molto alta (tra il 50 e il 60%, pare. La fiducia in Monti pure di più nonostante sia stata varata una manovra con molte criticità ed un crescente fronte politico di dissenzienti.

Come mai, viene da chiedersi?

1. La percezione del “male necessario” che viene percepita comunque come un medicina amara da inghiottire.
Nel 90 i cittadini italiani fecero piu o meno lo stesso con Amato e Ciampi. Il fatto e che i ragazzi di allora erano ritenuti credibili, esattamente come credibili sono oggi Monti e i suoi colleghi.

2. Il secondo e che quelli di 20 giorni fa circa erano “in-credibili”. Ma chi non piange oggi pensando alla interviste a La Russa, Gasparri, Brunetta? (e come venete non nomino “B” o Il “Grande Sacco”). Il dibattito parlamentare, per quanto convulso, ha reso abissale la percezione della differenza tra il marziano Giarda e il ruspante Calderoli.

3. Il dibattito, per quanto aspro, ha dato il senso della normalità dopo anni di plastica, e dato il senso che questi ministri possono tentare di governare perchè ci capiscono di più degli altri e anche se possono sbagliare, non possono che rimarcare continuamente la differenza con quelli che c’erano prima.

Da questo punto di vista affermazioni come quella di Angeletti, che fino a ieri non perdeva occasione per leccare il sedere a Sacconi, non può impunemente dire che questa manovra la poteva fare suo nipote.

4. Ma questo “stato speciale” dell’attuale governo non può continuare se non a prezzo di affermare una “aristocrazia democratica”.
Qualcuno dice che questa “aristocrazia democratica” può servire. anche perchè potrebbe restituire fiducia e dignità alle istituzioni, a rivalutarne la necessità di competenza.

5. E la politica sana potrà rinascere e tornare fuori pericolo?

Non ne sarei cosi certo, soprattutto quando alcuni ministri (vedi Passera da Fabio Fazio) rischiano di pisciare un po fuori dal vaso, per eccesso di fiducia del tecnicismo sulla politica sana che deve comunque essere riscostruita.

Ale

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

2 risposte a “AMUCHINA 3: l’aristocrazia democratica….. e la politica sana………….

  1. Ivan

    Dark and sinister vision! Siamo proprio in recessione.
    Duole pensare che il capro espiatorio sarà il cinese mentre la classe dirigente (in abito democratico) si offrirà di salvare la nazione a fianco dei cittadini e dietro le barricate contro il moderno “Charlie”, che cresce al 10% e “ci ruba il lavoro”. Ha ragione il Tomasi de Lampe “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi!”
    I

  2. roberto satolli

    Ieri Giulia mi ha regalato “Quando la moneta muore” di Adam Fergusson, sulla storia della dissoluzione del marco durante la repubblica di Weimar. La fine e’ nota: arrivo’ Hitler.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...